Dizionario Sararlo-Italiano

Photo Magnum Agency

Photo Magnum Agency

L' OSTRICAIO - Livorno

Powered by Sararlo 22 June 2006 ·

Una specie di simpatico Bistrot su la playa...

Il Lungomare dell’Ardenza, a Livorno, non sarà certo la Croisette, ma di belle ganze se ne vedono a iosa, quando  la stagione è in tiro; d’altra parte la città labronica non è solo patria di Cristiano Lucarelli, ma pure della Luana Vernacoliera.

A poche centinaia di metri dalla Regia Accademia Navale è tutto un susseguirsi di Chioschi e attrazioni varie che vi offrono conforto a solleone e mareggiate maiale.
A guardarsi d’intorno non vè che l’imbarazzo della scelta, eppure noi, senza imbarazzo, invero, ci siamo assieduti chez l’Ostricaio, Stuzzicheria di Mare.

Niente di che, diamine, ma qualche spunto divertente l’abbiamo trovato.

In neanche 80 metri quadri si trovano tavoli fronte mare, sedie fronte strada con uso di tavolino, sala interna con allegati bancone, cucina e servizi.

Si occhieggiano antipastumi assortiti, tra cui ci ha incuriosito un Baccalà fritto sottoaceto.

Di Entrè si smanetta prevalentemente di Crudo in vari assemblaggi, e non solo Ostricari.
Ci siamo accontentati di un più semplice tandem a base di  Fasolari e Tartufi  che non ci ha certo fatto rimpiangere le più nobili vulve marine (o si dice valve?).

De primis ci si può destreggiare alquanto.
Pur se come specialità della casa venivano presentati degli Gnocchetti dell’Ostricaio (mantecati con crema di gamberetti rosata) noi siamo stati attratti dai medesimi alla Pantani, cioè a mo’ de  Pirata,  con Gorgonzola e Vongole Veraci.
La pensata era buona, ma se specificavano che, delle componenti, l’Aglio era muy presente avremmo forse optato per quei Tagliolini allo Scoglio Bianco che vedevamo girare in molti tavoli shakerati assieme a Cozze e Vongole, Veraci semper.
E’ vero che, per certi versi, Livorno sta agli antipodi di Arcore, ma non sapevamo che, pur di esorcizzare il Sor Bandana, si usasse l’Aglio in quantità così industriali.
 
Si possono trovare sia il Fritto che la Griglia d Paranza, e pure il Caciucco, salvo ordinarlo a prenotazione cooperativa di almeno 6  assatanati consorziati.
Al  Cartoccio ci siamo trovati con una vivace e generosa commistione di totani, triglie e orate, tutti in versione baby & mignon.
Forse da Eraclio sarà meglio, ma in questa Capanna labronica non abbiamo avuto rimpianti.

La cosa divertente è il melting pot che si ritrova ai tavoli: dal manager in trasferta che declama ai malcapitati interlocutori locali asset e strategie delle Lehman Brothers; al professionista che era venuto qui per godersi in santapace (e silenzio) due tagliolini e qualche elzeviro; si trova lo sciupafemmine rielaborato a Lampados & Technogym in evidente “stand by” … professionale, così come qualche più o meno bonazza velata random da  parei semi.virtuali, in attesa di tornare salamandra sugli scogli.
Qualche autoctono in pausa lavoro (vero) di occupazione artigiana o di commercio minuto.
Albionici di passo (ormai malfermo) con la spilletta “Woodstok, c’ero anch’io” ma viene il dubbio che siano passati qualche anno prima pure da Dunquerke 

Sorbetto della casa, qualche grappa, gli inevitabili limoncelli.
Si intravedono Dessert che rimandano a Semifreddi di torrone con cioccolato fondente.
Ai Vini, Prosecchi sconosciuti e Vermentini autoctoni, più qualche tributo locale alla vicina Valle di Luni.
 
Aglio a parte, un locale simpatico, informale, con una proposta ne’ stellare, ma manco da catering de la playa pittato a Ristorante.
Così, tanto per tornare rinfrancati  poi alla rena, o a dragare d’acchiappo o, più semplicemente, a lavorare di bicipiti o meningi.

L’OSTRICAIO
Stuzzicheria di mare
Viale Italia, 100 – Livorno
Tel. 0586 – 581 345
Chiuso il Lunedì
Tra i 35 e i 50€

 

 

 

 

Categoria: Sararlo Graffiti

Questo sito è un Minotauro Virtuale,
nato dall'incrociarsi
di racconti scritti e visivi,
in un luogo di confine tra
un Vittoriale Gastronomico
e il Paese dei Gastrobalocchi

© 2009 - 2017 powered by Sararlo

progetto grafico Helvetika · sviluppo Quamm Web Agency Padova