Dizionario Sararlo-Italiano

Photo Magnum Agency

Photo Magnum Agency

EMOZIONI - Schio - VI

Powered by Sararlo 29 July 2007 ·

A Luglio 2009 Emozioni ha chiuso e Massimo Trentin se ne è volato in Canada a cercar fortuna di pignatta. Auguri a lui, un ragazzo bravo, dai tratti gentili, con un talento ancora un po' da affinare, ma in cui si intravedono dei buoni fondamentali. 

Tu chiamale, se vuoi, Emozioni, poteva essere un piacevole refrain a ricordo della giovinezza che fu, ma Le Emozioni ci sono ancora, e toste piu' che mai, magari virando dalle parti di Schio, alle estreme propaggini di Marzottoland.

Massimo Trentin e' un giovanotto dai modi compiti, potrebbe anche sembrare il promettente supplente di lettere e filosofia, di quelli cresciuti a Leopardi e cavalline storne, e invece, da due anni, oramai, conduce questo locale in pieno centro.

Le pareti a colori verdazzurri ricordano un acquario o un tentativo Lounge di un architetto alle prime armi. Le calandre alle pareti di composizioni secche e floreali fanno un po' tenerezza, ma, come dicevano a Jack Lemmon, quella volta, "nessuno e' prefetto".

Tuttavia sono dettagli, non ci siede ad una tavola per discettare di Le Corbusier o fare il verso a Vittorio Sgarbi.

Dopo un divertente saluto dei fornelli in forma di Basmati con cubetti di Melone, Pesca e Lime, ci siamo concentrati nel compilare comanda d'esordio. Non e' mai facile, se non conosci il locale. Puoi intuire, puoi aver sbirciato il sito (ben fatto) in precedenza, te ne possono aver parlato bene palati fidati, ne hai anche letto da qualche parte.

Questo per dire che la Soppresa antipasta ha gia' cominciato a metterci di buon umore da subito, per il divertissement dell'impiatto, oltre che per l'abbinata con un Gelato al Cren, cremoso da sembrare un sorbetto camuffato ed altre amenita' di contorno. Ottimo esordio. Bravo'.

Ok, ci si puo' fidare. Ancora una volta la nostra filiera di 007 di pignatta ha colpito ancora.

E infatti la conferma arriva con il Risotto. Su di una base di Piselli e Capesante (queste a fare piu' da specchietto per allodole, pur se ottime) emerge il gustolungo e finale di una indovinatissima Radice di Liquirizia. Bravo' Again, e fa due.

Il servizio di quello che si rivelera' poi il babbo di casa e' cortese anche se si presta a qualche pennellata da sit com Gastro'. Tutto bene signore? Grazie per la preferenza; Ottima scelta e via con sorrisi e cuoricini alla Peynet.

Fa niente, per i figli questo e altro, soprattutto quando hanno i controtegami scritti con le maiuscole nel Dna.

La buona impressione si conferma anche con le Linguine saltate al Coniglio, con Pesto di Basilico, Mandorle, mentre il turbo lo da' il Lime di sottofondo, fresco e performante.

Sul calice si va di paso doble con un Cesconi che c' attrippa assai, uvaggio che all'anagrafe recita Olivar, cosi' come altre etichette di ricerca personale fanno intravedere che ambizione e conoscenza vanno anche oltre i fornelli.

Il Branzino forse sara' il classico dei classici, ma anche qui c'e' l'ideuzza che stuzzica la curiosita', soprattutto se se ne e' trattata la pellaccia con tecnica Samurai; della partita sono anche Gamberi al vapore e un Wasabi around che ci sta bene assai.

Oramai abbiamo preso velocita', e non riusciamo a fermarci davanti alla pennuta del giorno, un' Petto d'Anatra affumicato con Pan Brioche, Crema di Patate e Salsa alle Ciliegie che ci ha ricondotto a M.me Ruscalleda, la fiamma del nostro corazon. Impeccabile, soprattutto la riduzione di base, anche se, nel contest, ci
siamo eccitati di piu', non tanto versus la M.me catalana, ma con i platos pappati poco prima.

La boccia del Torcolato di Firmino Miotti merita adeguata sepoltura che, stavolta, si svolge in tre movimenti. Da una Mousse con Vaniglia, Amaretto e Cioccolato ci si traghetta verso un Tortino di Ciliegie, ottimo, con il suo sorbetto, e un Caffe' con il Rasentin "furbo", laddove si e' trasposta antica tradizione nordestina, in
forme e modi di novelle cousine & co.

Bene, non c'e' che dire. Massimo Trentin fara' strada. Lo dice non solo l'erta' (27), non solo i piatti, ma la persona, il suo sguardo, tranquillo eppure deciso. Lo stile e' cortese, la tenacia e' gia' temprata. Buone scuole ( Perbellini e Siriola), talento, passione, oltre che testa bassa e pedalare perche', nella vita, nessuno ti regala niente. Al massimo hai babbo tuo buon ambasciatore in Sala. C'e' un' attenzione, trattata con mano capace e pertinente, di utilizzare accorgimenti jap per abbellire e personalizzare piatti e ingredienti del territorio. In quei concorsi che si svolgono per giovani talenti in giro per enotria il nostro si e' sempre piazzato sul podio, anche adesso, con il Concorso Montegrande, che, con il tema del Pollo Ruspante, ha coinvolto i migliori under 30 della regione.

Emozioni di sostanza, quindi, a Schio, non velleitaria ubris di fare il verso ai Mogol Battisti o ai guru stellati come ai nobili palati.

Un locale da seguire con attenzione, grazie anche ad un sito semplicissimo, ma puntuale, in cui la rotazione delle elaborazioni cocinere viene aggiornata bimestralmente, si' da regalare qualche emozione in piu', di stagione in stagione.

EMOZIONI
Via XXIX Aprile, 8/B
c/o Centro "Le Fontane"
36015 - SCHIO (VI)
Tel. e Fax. 0445 - 52 32 69

Chiude il Mercoledi' e Sabato a pranzo
Ferie: variabili

info@ristorantemozioni.it
www.ristorantemozioni.it

Emozioni a partire da 55Euro








--

Categoria: Sararlo Graffiti

Questo sito è un Minotauro Virtuale,
nato dall'incrociarsi
di racconti scritti e visivi,
in un luogo di confine tra
un Vittoriale Gastronomico
e il Paese dei Gastrobalocchi

© 2009 - 2017 powered by Sararlo

progetto grafico Helvetika · sviluppo Quamm Web Agency Padova